“INSIDE MONET” – Le opere di Claude Monet rivivono in un viaggio immersi nella natura del Parco Sempione. 

2 Set, 2023

Inside Monet è un nuovo appassionante progetto di Way Experience tra reale e virtuale dedicato all’artista Claude Monet. Partendo da Palazzo Appiani, vicino all’Arena Civica di Milano abbiamo provato in prima persona questo viaggio durante il quale i partecipanti vengono trasportati dentro la vita di Monet grazie alla tecnologia della Virtual Reality.

 

Dopo una prima parte dove avviene la distribuzione di alcuni apparecchi tra cui le cuffie, un visore VR e la radiolina per ascoltare la guida, eccoci a passeggiare tra gli alberi del bellissimo Parco Sempione in direzione Arco della Pace. In questo viaggio siamo accompagnati da una guida professionale e due addetti di Way Experience. Tra questi chi prende spesso la parola è Marco che con fare simpatico ma preciso nelle spiegazioni, ci intrattiene sempre nel migliore dei modi.

 

Usciti dal Parco Sempione e alla volta dell’Arco della Pace, ecco che siamo invitati a indossare il visore per il primo viaggio in Realtà Virtuale all’interno del salon-atelier di Claude Monet a Giverny in Normandia per poi spostarci con la fantasia e tramite un cambio di contesto scenico, nei dipinti più belli e conosciuti dell’artista. Una volta finito il filmato che dura alcuni minuti i ragazzi di Way Experience ci propongono un divertente gioco: dividerci in coppia e fare il ritratto in stile caricatura del nostro compagno cambiando successivamente i ruoli. Ovviamente è un momento goliardico che per quanto fuori contesto rispetto alla parte più didattica, serve per divertire i partecipanti e nulla di più.

 

Ecco che ci si addentra nuovamente all’interno del Parco Sempione ripetendo così una parte di passeggiata dove Marco sempre con fare simpatico, ci intrattiene raccontandoci i vari periodo artistici di Monet. Questo processo si ripete ben cinque volte per un tempo che, contando la vestizione e il ritorno a Palazzo Appiani, dura circa 90 minuti. 

 

L’esperienza risulta interessante per la sua parte virtuale riuscendo a “visitare” i dipinti quali : Levar del Sole (1872), I papaveri (1875), La passeggiata (1875), I covoni (1890-91) e Lo stagno delle ninfee (1899) in maniera molto immersiva e soprattutto suggestiva. Il contesto del Parco Sempione fornisce l’ambiente adatto per poter vivere tale esperienza nella maniera migliore possibile anche se, in verità poteva esser utile una maggior spinta per assaporare meglio quell’immersione nella natura che proprio lo stesso Monet ha sempre rappresentato nelle sue opere. 

 

I responsabili di Way Experience erano molto preparati e a livello tecnico tutto è andato bene, Marco in particolare è il vero valore aggiunto di “Inside Monet” e senza di lui l’esperienza poteva risultare troppo didascalica. L’aggiunta della guida avrebbe dovuto garantire una maggior completezza di informazioni peccato che non venga “sfruttata” del tutto e i suoi interventi sono risultati molto limitati e poco incisivi. “Inside Monet” è certamente un modo diverso per divulgare la storia con fare didattico e raccontando al pubblico di un artista interessante attraverso le sue opere. Certamente non si poteva dire tutto e dopo tale visita rimangono da sbrogliare molte curiosità che non sono state affrontate a dovere. 

 

Tutto questo può essere preso come spunto per ampliare e approfondire la nostra conoscenza. “Inside Monet” attira il pubblico tramite l’esperienza immersiva della Realtà Virtuale che risulta ben gestita e messa in opera per poi aggiungere aneddoti e una storia di fondo curata anche se parziale. Il resto dev’essere fatto da noi che, tramite la nostra curiosità possiamo, ad esempio, andare a recuperare i podcast “Trafug’Arte” disponibili su Spotify e di produzione Sky che proprio Way Experience pubblicizza e consiglia per completare le informazioni che ci vengono fornite.  

 

Andrea Arcuri