GENGIS KHAN “Possessed By The Moon” – Recensione. Disponibile dal 27 Maggio 2022

29 Mag, 2022

GENGIS KHAN  “Possessed By The Moon” – Recensione in Anteprima. Disponibile dal 27 Maggio 2022

 

Il gruppo può considerarsi come uno dei migliori a portare avanti il genere “old school heavy metallers” e hanno pubblicizzato l’uscita del loro terzo album con il singolo estratto dal nuovo disco “Possessed By The Wolf”. C’è il forte desiderio e l’album lo conferma di voler salire di livello e regalare al pubblico qualcosa di davvero interessante con anche delle aggiunte significative. Più tastiere e mettere in scena un sound più armonico e sempre presente i toni epici che contraddistinguono il gruppo sono gli ingredienti di questo nuovo lavoro cha lascia davvero senza fiato in tutti i sensi.    

Il primo brano scelto come singolo promozionale e che apre il disco è “Possessed by the Wolf“; se questo è l’inizio….l’album sarà un trionfo di musica metal con emozioni forti. Il brano e il videoclip è un tripudio musicale senza sosta e il cantante Frank Leone ci martella con strofe e ritornelli pieni di significato e potenti nella loro espressione.”In the Name of Glory” mette in mostra la vocalità del cantante che è piena di passaggi molto growl. La canzone è piena di cambi di stile,toni e ritmo cosi da renderla certo meno armonica ma allo stesso tempo molto interessante a livello tecnico ed espressivo. Cambio di stile e di cadenza per la successiva “Extreme Power” dove è la parte musicale a dettare il ritmo sempre sostenuto e dirompente. La componente vocale meno gutturale e più cantata, accompagnata anche da cori d’atmosfera, gli va dietro in un perfetto equilibrio. 

Eternal Flame” inizia in maniera totalmente differente. Soave e dal tocco leggero con poche note nostalgiche e un sapore retrò. Prende piede pian piano un ritmo più sostenuto ma rimane con un’anima tormentata fatta non di rabbia ma di sofferenza. Una traccia davvero particolare che dimostra la voglia e capacità del gruppo di variare il proprio background musicale. Cambio di stile per la successiva “Possessed by the Moon” dove si ritorna a quel senso di epico del gruppo con riff di chitarra potenti e ritornelli altisonanti da cantare insieme. La canzone impazza, la musica non si ferma e siamo tutti lì ad esaltarci gridando forte il titolo insieme al gruppo ogni volta che viene enunciato. L’album continua con “Sandman” che per certi versi risulta molto simile alla precedente con molti assoli di chitarra e il ritmo incessante della batteria. Questa è la tipica canzone da ascoltare live e gridare con tutta la forza insieme al gruppo con una scarica di adrenalina potentissima. 

I cori sono altisonanti nell’intro di “The Wall of Death” e il ritmo coinvolgente.La settima canzone dell’album risulta piena di cambi di registro che spezzano il ritmo per una resa che potrebbe lasciare un pò perplessi. Il gruppo stupisce per la sua voglia di mettersi in gioco con stili differenti anche rischiando di non piacere a tutti. “Long Live the Rebels” è un’altra di quelle canzoni da cantare in coro in mezzo a tante persone soprattutto perché la parta cantata è caratterizzata da poche strofe corte e un ritornello che entra subito in testa. La componente musicale è molto veloce e tiene il ritmo come sempre in maniera impeccabile. “Gengis Khan” chiude l’album e viene segnalata come Bonus Track. Racchiude tutta l’essenza del gruppo mettendo in mostra la loro capacità di variare al suo interno a livello strumentale e vocale, di coinvolgere con cori epici e di mantenere un ritmo forsennato con quest’ultima gloriosa ballata.   

Tracklist:  

1. Possessed By The Wolf
2. In The Name Of Glory
3. Extreme Power
4. Eternal Flame
5. Possessed By The Moon
6.  Sandman
7. The Wall Of Death
8. Long Live The Rebels
9. Gengis Khan – Bonus track


GENGIS KHAN 
sono:

Frank Leone – Voce, Basso Mike Petrone – Chitarra solista Neil Grotti – Chitarra Gianni Lorenzini – Batteria Lee Under – Tastiere  

GENGIS KHAN online:

https://www.facebook.com/Gengiskhanmetal   https://www.instagram.com/gengiskhanmetal/  https://gengiskhan1.bandcamp.com/ 

 

Andrea Arcuri