“Incastrati” – Recensione in Anteprima. Disponibile su Netflix dal 1 Gennaio 2022

19 Dic, 2021

“Incastrati” – Recensione in Anteprima. Disponibile su Netflix dal 1 Gennaio 2022


 Al centro della storia due amici che rimangono coinvolti nelle vicende di un omicidio eccellente. Cercando di scappare dalla scena del crimine, i due si mettono sempre più nei guai in un crescendo di eventi che li porterà addirittura a dover fare i conti con la mafia.In soli sei episodi della durata di circa 30 minuti l’uno, questa tipica storia degli equivoci riesce a far ridere e intrattenere nel migliore dei modi. Soprattutto viene sfruttata appieno e senza quel fastidioso sentore di allungamento la tipica comicità del duo comico originario del Sud. 

Ficarra e Picone si confermano con il loro stile che abbiamo imparato a conoscere, apprezzare e amare. Questa è sicuramente una piacevole conferma nel fatto che anche cimentandosi in una serie tv rimane intaccata la sintonia e il loro modo di sostenendosi e portare avanti i loro tempi comici alla perfezione. 

Per fortuna la serie non si può definirla come un susseguirsi di sketch ma racconta anche una storia ben strutturata e scadenzata anche se certo il fatto che ogni puntata dura circa 30 minuti aiuta molto a scorrere piacevolmente senza mai stancare. Fin dall’inizio assistiamo a vari colpi di scena a volte più seri e altre volte ridicoli che portano avanti la narrazione lungo le sei puntate. Inoltre i protagonisti sono ben supportati da una serie di comprimari perfettamente nei loro ruoli. Ester (Anna Favella), sorella di Valentino e moglie di Salvo e Agata (Marianna di Martino) la storica cotta di Vale. 

Andrea Arcuri