“Real! – A Ghostbusters Tale”, aprirà il “Ghostbusters Day” il 21 novembre al Cinepark Apollo

18 Nov, 2021

“Real! – A Ghostbusters Tale”, il fanfilm no-profit e indipendente ispirato e dedicato a Ghostbusters di Edoardo Stoppacciaro e Cristian Calabretta, continua il suo Tour di presentazione a tutti i fan conquistati dal cult anni ‘80 nato dal genio di Dan Aykroyd, Harold Ramis e Ivan Reitman.

Dopo Cinecittà World, il Museo del Cinema di Torino, il ritorno a Lucca Comics & Games, il Cinema Visionario di Udine e il lancio on line del film su Youtube, con grande successo di pubblico da tutto il mondo, e oltre 25.000 visualizzazioni in due settimane, il lungometraggio sarà proiettato domenica 21 novembre alle 15:30 al Cinepark Apollo Multisala di Ferrara nell’ambito del “Ghostbusters Day”, l’evento organizzato da Ghostbusters Italia per celebrare l’anniversario della nascita di Harold Ramis (21.11.1944 – 24.02.2014).

Una domenica speciale all’insegna della passione per “Ghostbusters” che sarà introdotta da Edoardo Stoppacciaro e dal cast di “Real! – A Ghostbusters Tale” prima della visione del film.

Seguirà poi il cortometraggio “Ghostbusters: pronti a credere“, una rivisitazione in chiave tutta italiana di un’avventura vissuta da alcuni acchiappafantasmi alle prese con l’infestazione di una centrale elettrica da parte di una storica entità evocata da un sedicente mago.

Alle 18.00 sarà poi il momento di “Ghostbusters: Legacy”, il nuovo capitolo della saga, diretto dal figlio d’arte Jason Reitman, a pochi giorni dall’uscita in sala prevista il 18 novembre, dopo un’attesa durata più di 30 anni

Real! Ghostbusters Tale”, invece, è la realizzazione del sogno di Edoardo Stoppacciaro, doppiatore e scrittore, che insieme ad alcuni amici e a tanti professionisti del cinema, guidati dalla passione maniacale per “Ghostbusters“ è riuscito a creare un sequel originale made in Italy dei primi due capitoli ambientato tra i vicoli e i luoghi misteriosi della Città Eterna, in una inedita veste fantasy e paranormale.

Il cast, oltre ad Edoardo Stoppacciaro, in veste di attore, sceneggiatore e regista, vede tra i protagonisti Marco Fumarola, Fabio Cavalieri, Lidia Perrone e Alessandro Budroni. La regia è cofirmata con Cristian Calabretta, che ha scritto la sceneggiatura insieme a Stoppacciaro e a Valerio Albasini Di Giorgio.

Nel film ci sono anche le partecipazioni speciali “in voce” di Sergio Di Giulio (Voce italiana del dottor Ray Stantz/Dan Aykroyd), Mario Cordova (Voce italiana del dottor Egon Spengler/Harold Ramis), Cristiana Lionello (Voce italiana di Janine Melnitz) e Melina Martello (Voce italiana di Dana Barrett/Sigourney Weaver).

Sinossi

All’ombra del Colosseo un improbabile trio formato da un professore di fisica, Ludovico Tosi (Marco Fumarola), un ricercatore, Simone Ruggeri (Fabio Cavalieri) e uno studente fuori corso, Davide Lancia (Edoardo Stoppacciaro), si ritrova, più per necessità che per caso, a cercare con urgenza una casa in affitto. Quando ne trovano finalmente una alla loro portata, un appartamento grande al centro della città, in una palazzina vecchia, ma signorile, si accorgono che c’è un problema: è infestato dai fantasmi.

Non avendo alternative e non potendo rinunciare a quella casa chiedono aiuto ad un professore dalla voce inconfondibile (Egon Spengler/Harold Ramis doppiato da Mario Cordova), che gli fornirà l’attrezzatura dei Ghostbusters e le indicazioni per affrontare la loro prima missione.

Con l’aiuto di una loro amica, Susanna Tessitore (Lidia Perrone), cercheranno di risolvere il mistero che avvolge lo spettro di un Alchimista del XVII secolo (Alessandro Budroni) e davanti alla Porta Alchemica di piazza Vittorio Emanuele saranno messi a dura prova per salvare Roma dalla minaccia fantasma tra incoscienza, goffaggine, assoluta incapacità e insperato eroismo.

Il progetto di cinema indipendente è stato interamente autofinanziato e prodotto con un budget totale di circa 80.000 euro, di cui 18.000 raccolti con un crowdfunding sulla piattaforma produzionidalbassoLe riprese sono state realizzate nel 2017 tra Roma e Viterbo, con la partecipazione di oltre 70 professionisti, tra troupe e artisti di VFX attraverso una collaborazione tra Italia e Canada, realizzata dallo studio The Mothership con la supervisione del suo fondatore, Marco Tudini.

Gli eventi e le proiezioni sono stati curati da Lagom Italia.