“Encanto” – Recensione in Anteprima. Al Cinema dal 25 Novembre 2021

16 Nov, 2021

“Encanto” – Recensione in Anteprima. Al Cinema dal 25 Novembre 2021

La famiglia Madrigal vive nascosta tra le montagne della Colombia, in una casa magica, in una città vivace, in un luogo meraviglioso e incantato chiamato Encanto. La magia di Encanto ha donato a ogni bambino della famiglia un potere unico, dalla superforza al potere di guarire, tutti hanno un potere tranne Mirabel. Ma quando scopre che la magia che circonda Encanto è in pericolo, Mirabel capisce che lei può essere l’ultima speranza della sua straordinaria famiglia.

Il punto di forza di questo nuovo film targato Disney è sicuramente la colonna sonora e in tal senso Lin-Manuel Miranda ha fatto un lavoro straordinario. Le canzoni da lui composte ci guidano attraverso un viaggio narrativo che certamente non sarà particolarmente originale, i passaggi e i vari snodi sono similari a tanti altri prodotti di questo tipo, ma sicuramente travolgente e ogni brano ha una sua precisa identità.

Nel corso della storia della famiglia Madrigal si percepisce come non solo le debolezze personali possano diventare punti di forza (centrale il percorso di Mirabel) ma come anche  i punti di forza possono essere debolezze (ampio spazio viene dato alle sorelle Luisa e Isabela). Il film parla dei fardelli che ognuno di noi deve portare legati alle aspettative da parte degli altri ma soprattutto che noi stessi ci creiamo. Il messaggio che “Encanto” trasmette è altissimo e riesce a metterlo in scena nel migliore dei modi. 

Nonostante un paio di modifiche radicali a livello di struttura che si possono trovare in un film di questo genere, ad esempio manca un vero villain, “Encanto” riesce a divertire e intrattenere e senza neanche accorgercene il pubblico si ritrova a canticchiare e muovere i piedi senza riuscire a fermarci. Poi le cose cambiano, se un momento prima si rideva con Mirabel e gli altri protagonisti, ecco spuntare delle lacrime di commozione sul visto tanto è l’empatia che si viene a creare con questi personaggi. 

Non tanto le scene d’azione o la componente divertente; “Encanto” racchiude la sua forza nella sua emotività grazie ad un cast vocale perfetto, ad una colonna sonora straordinaria e una storia perfettamente calibrata.  

Andrea Arcuri